Inbound e outbound marketing: di cosa si tratta?

Facciamo chiarezza e spieghiamo tutti i vantaggi e le potenzialità dell’inbound marketing rispetto all’outbound marketing. Il primo approccio punta a guadagnare l’interesse delle persone invece di comprarlo, mentre il secondo – riconducibile a un vecchio modo di fare marketing – comprende tattiche che propongono e spingono prodotti e servizi ai clienti indipendentemente dal loro reale interesse.

Cos’è l’outbound marketing?

L'outbound marketing è il marketing tradizionale, quello di radio, TV, giornali, riviste, affissioni che propongono messaggi pubblicitari generalisti, diretti a tutti quelli che sono all’ascolto, che stanno camminando per strada o sono seduti comodamente sul divano di casa. Ma non solo. La strategia outbound è anche quella dell'invio di e-mail di massa, ad esempio.

Cos’è l’inbound marketing?

L’inboud marketing è un insieme di strategie digitali e di mercato che attirano traffico di qualità sul tuo sito web, generano contatti e li convertono in clienti. Le tre fasi dell’inbound marketing sono: attrarre (i giusti visitatori sul tuo sito con contenuti interessanti grazie a blog, SEO, social media), coinvolgere (il visitatore affinché compili un form con i suoi dati) e fidelizzare (per mantenere vivo il coinvolgimento dell’utente con promozioni, eventi, etc).

L'inbound marketing si basa sulla generazione di contenuti di qualità che hanno la forza di attirare persone interessate verso il tuo prodotto e la tua azienda, nel momento giusto e nel posto giusto, cioè quando l’utente è già predisposto nei confronti della tua produzione. I contenuti pubblicati dalla tua azienda sono allineati quindi con gli interessi dei clienti: questo genera un traffico in entrata che aumenta le tue possibilità di convertire in vendita la visita e di fidelizzare il pubblico.

Inbound vs. Outbound marketing: quali differenze e quale è meglio scegliere?

L’outbound marketing trova e utilizza un canale con un ampio pubblico e interrompere l'attenzione dei fruitori con messaggi pubblicitari che spesso non hanno nessuna pertinenza con i contenuti trasmessi da quel canale. L’inbound marketing si basa, invece, sul permesso. Cioè, da un lato usa degli strumenti per comunicare qualcosa per cui l’audience ha dato l’autorizzazione ad essere contattata, e dall’altro offre dei contenuti di qualità che rispondono a domande e richieste, spesso anticipandole.

Tra i due approcci, sicuramente è l’inbound marketing quello vincente che riesce a:

  • Aumentare il traffico di qualità verso il tuo sito
  • Convertire i visitatori in contatti utili con cui instaurare delle relazioni
  • Migliorare l’immagine del brand grazie a contenuti di qualità e interessanti

Il tuo obiettivo è trovare più contatti e clienti e aumentare il traffico verso il tuo sito internet?

Dexa è partner di HubSpot, la piattaforma numero uno al mondo per la gestione delle azioni di inbound marketing e della metodologia inbound. Nella nostra agenzia web e di comunicazione abbiamo un team certificato HubSpot che ti aiuta con le tue azioni di marketing (ad esempio per aumentare il numero di lead), nella vendita (ottimizzando i tuoi processi tramite soluzioni che passano dal CRM e dal tracciamento di mail e telefonate, fino alla cosiddetta sales automation) e anche con il tuo customer service (raccogliendo in un unico punto, ad esempio, tutte le richieste dei clienti provenienti da diversi canali come social e web).

HubSpot e Dexa: aumenti le vendite online con l’inbound marketing

Per approfondire la partnership tra Dexa e HubSpot visita la pagina dedicata e contattaci se desideri intercettare potenziali clienti nel momento in cui manifestano il loro interesse per convertire le visite in acquisti.

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo.